(Riflessioni strategiche) I paradossi del rating: Moody's "declassa" S&P's (Corriere della Sera, 16 febbraio 2013)

17.02.2013 06:35

Come diceva quel noto democristiano "a pensare male si commetterà pure peccato, ma ....". E questo sembra proprio uno di quei casi in cui rispolverare l'aforisma suddetto: Moody's ha declassato McGraw-Hill, la società a cui fa capo Standard & Poor's. Sembra quasi uno scherzo ma è così. Nulla di strano, intendiamoci. McGraw-Hill è un colosso leader dell'informazione finanziaria fondato nel 1888 che oggi è quotato, controlla tra l'altro l'indice S&P Dow Jones e ha 23 mila dipendenti. Come tutti - è questo il credo moderno, anche se qualcuno ha iniziato a metterlo in dubbio dal crac lehman in poi - necessita di un rating. E, dunque, chi meglio dell'altra "sorella" del rating visto che in tutto il mondo sono in sostanza solo 4 le società in questione (oltre alle due americane, c'è Fitch, europea almenno per azionista principale, e la cinese Dagong) ? Sia come sia, Moody's non ha mostrato imbarazzo ieri a tagliare il rating da A3 a Baa2 con un outlook negativo. Peraltro, la pietra dello "scandalo" di McGraw Hill sarebbe proprio Standar & Poor's i cui rischi potenziali sono aumentati per la recente causa avviata dal Dipartimento di giustizia dell'amministrazione Obama. Possiamo solo immaginare, absit iniuria verbis, che qualcuno negli uffici di Moody's abbia provato per un attimo un certo gusto (del tutto non professionale) nel mandare in rete con un click il comunicato della perdita delle vetuste ma gloriose "A". Anche se la stessa emozione non deve essere stata condivisa ai piani alti: McGraw Hill è controllata da fondi come Capital World Investors, Blackrock, State Street, Vanguard, TRowe Price.Gli stessi che troviamo massicciamente nel capitale di Moody's.

PS1: per i malpensanti è tutta una manovra di marketing per riacquisire credibilità. Vedete che ci declassiamo anche tra di noi che poi siamo sempre gli stessi ? Sarà la nuova "glasnost" del rating ?

Ps2: a voler pensare doppiamente male, nelle banche d'affari S&P è considerata repubblicana. Moody's più o meno democratica. S&P subito dopo la riconferma di Obama aveva rimesso in discussione in rating Usa dopo averlo declassato nel 2011 (sotto Obama) per la prima volta nella storia. Ma sarebbe veramente troppo metterci anche la dietrologia politica.